Il C.A.M.E.R. per la Medicina Fisica e Riabilitativa del Santa Maria Nuova

Presentato questa mattina l’ecografo donato dal Club reggiano grazie ai fondi raccolti nel corso dell’ultima edizione della Mostra Scambio
Lo strumento, dotato di due sonde, sarà impiegato nella diagnosi e nella terapia


Si è svolta questa mattina a Palazzo Rocca Saporiti la presentazione ufficiale dell’ecografo che C.A.M.E.R. - Club Auto e Moto d’Epoca Reggiano - ha donato alla Struttura Complessa di Medicina Fisica e Riabilitativa del Santa Maria Nuova. L’apparecchio portatile SonoSyte X Porte, del valore di 53mila euro e dotato di 2 sonde, sarà impiegato dalla equipe del reparto sia nella diagnosi che nella terapia.

A ricevere i donatori erano Claudio Tedeschi, direttore del reparto, e Laura Cavazzuti della Direzione medica ospedaliera. Insieme al Presidente della Provincia di Reggio Emilia Giammaria Manghi erano presenti per C.A.M.E.R. Maiko Rosati e Giancarlo Braglia, rispettivamente presidente e vicepresidente, oltre al segretario Filippo Curti e al consigliere Gianfrancesco Spadoni.
“L’apparecchiatura rispecchia le caratteristiche più moderne ed evolute in ambito ecografico e potremo utilizzarla per più di un’attività” ha spiegato Tedeschi “Consentirà diagnosi accurate delle patologie che interessano muscoli e tendini, articolazioni e tessuti sottocutanei. Sarà utile nello svolgimento rapido e preciso di trattamenti infiltrativi sulle calcificazioni con conseguente loro maggiore efficacia. Sarà di grande aiuto, inoltre, nel trattamento dei pazienti portatori di gravi conseguenze da patologie cerebrovascolari che richiedono l’impiego della tossina botulinica sulle rigidità dolorose di muscoli e articolazioni”.
“Il Club ha deciso di dare un supporto all’attività assistenziale del Reparto di Medicina Fisica e Riabilitativa avendo conosciuto la professionalità della sua équipe attraverso l’esperienza personale di alcuni soci” ha spiegato il presidente Maiko Rosati “Con questo gesto C.A.M.E.R. ha inteso dare un contributo ai servizi ai pazienti che potranno godere di potenzialità tecniche ancora più elevate”.
“In qualità del presidente della Conferenza Sociale e Sanitaria” ha dichiarato Giammaria Manghi “sono particolarmente riconoscente verso C.A.M.E.R. per questo gesto di generosità. È la dimostrazione che il connubio tra pubblico e privato crea valore a beneficio di tutti”.

C.A.M.E.R. nasce nel 1976 e conta oggi 1.500 soci. Dal 1980 contribuisce alla diffusione della storia e della cultura dell'automobile e di altri mezzi di trasporto attraverso raduni, fiere, incontri, iniziative editoriali. L’annuale Mostra Scambio, affiliata all’ASI, rappresenta uno degli appuntamenti europei più importanti nell’ambito del motorismo d’epoca. L’edizione 2017 è stata, ancora una volta, di grande richiamo, concentrando al quartiere fieristico di Reggio Emilia oltre 1.500 espositori e 37mila visitatori provenienti da diverse parti del mondo. Dal ricavato è stato possibile acquisire l’ecografo.

Nel 2016 l’attività della Struttura di Medicina Fisica e Riabilitativa ha visto 326 ricoveri nei 22 posti letto, con una durata media della degenza pari a circa 18,5 giorni. Le prestazioni ambulatoriali per esterni sono state 90.600 cui si sono aggiunte oltre 30mila consulenze interne. L’equipe è composta da 80 operatori, 8 dei quali sono medici e 54 sono infermieri e tecnici della riabilitazione.