ASI Motoshow! Il paradiso delle due ruote

  • Data

    12 maggio 2017

12/14 maggio al Circuito Riccardo Paletti di Varano de’ Melegari


C’era anche il Camer a godere del grande spettacolo e della grande affluenza di pubblico durante le tre giornate dell’ASI Motoshow 2017, la rassegna motoristica storica internazionale dedicata alle due ruote di ogni epoca organizzata al Riccardo Paletti di Varano de’ Melegari dal 12 al 14 maggio. Migliaia di appassionati si sono dati appuntamento sulle tribune e nel paddock dell’Autodromo che sorge nel cuore della Motor Valley per ammirare e fotografare lo spettacolo offerto dalle 751 moto schierate e suddivise in 19 batterie. L’attenzione generale è stata catturata soprattutto dai Campioni del Mondo Freddie Spencer, Giacomo Agostini e Manuel Poggiali che, pazientemente, si sono sottoposti all’assalto dei fans prima e dopo aver indossato casco e tuta per affrontare la pista.
L’apertura della manifestazione è avvenuta nella giornata di venerdì, con la consueta inaugurazione e presentazione del programma. In seguito alla gestione degli accrediti, il presidente Asi, Roberto Loi, l’onorevole Giuseppe Rimanini e il sindaco di Varano de’ Melegari, Giuseppe Restiani, hanno fatto insieme il primo giro di pista. A seguire, nel tardo pomeriggio, tutte le moto sono scese fra i cordoli per il primo turno di prove libere. La seconda giornata ha visto molti momenti significativi della manifestazione, come la sfilata di MV Agusta in ricordo anche di Ubaldo Elli e quella delle Motobi a ricordo di Primo Zanzani. A seguire il pubblico si è divertito con l’iniziativa 100×50, con un centinaio di cinquantini in pista, e con gli aerei storici della Hag, che hanno a più riprese sorvolato l’autodromo.

Anche la giornata di domenica, quella conclusiva, ha visto numerose attività. Durante la mattinata, mentre in pista si alternavano i protagonisti delle 19 batterie, gli aerei storici hanno deliziato il pubblico con passaggi mozzafiato a bassa quota. I protagonisti dello show aereo sono stati un Cessna Bird Dog del 1961 (replica dell’aereo impegnato nelle ricognizioni in Vietnam), un Jodel D 120 del 1963, un Falco FL 8 del 1962 e un CAP 1.0 I Bals del 1965. Tornando in pista, conclusi i turni delle varie batterie, è stata la volta della sfilata di moto Cagiva, seguito poi dalla spettacolare sfida tra le “Eterne rivali” (Harley Davidson-Indian, Vespa-Lambretta, BMW-Honda, Automoto Triciclo-Triciclo Perfecta), organizzata dal CMEF.
Per questo sedicesimo atto un numero record di moto in pista: ben 740 moto storiche che verranno suddivise in 19 batterie. Le moto più “vintage” sono due esemplari del 1898, una Perfecta Turismo 310 ed una Automoto Tricycle 300, mentre le più recenti sono dieci moto datate 1995; tra queste va segnalata una Ducati 916R. Oltre 100 i ciclomotori.
Una folta schiera di campioni presenti con un palmares complessivo di 40 titoli mondiali ed in rappresentanza di quattro generazioni. Saranno presenti (in ordine rigorosamente alfabetico!), Giacomo Agostini, Peter Balaz, Jean Francoise Baldè, Pier Paolo Bianchi, Gianfranco Bonera, Piercarlo Borri, Vincenzo Borri, Loris Capirossi, Pier Francesco Chili, Walter Cussigh, Roland Freymont, Roberto Gallina, Giampiero Gatti, Fosco Giansanti, Piero Giugler, Reinhard Hiller, Alberto Ieva, Carlos Lavado, Eugenio Lazzarini, Dario Marchetti, Salvatore Mangione, Sergio Pannuzzi, Manuel Poggiali, Tony Smith, Freddie Spencer, Gino Tondo, Carlo Ubbiali, Remo Venturi, Ralf Waldmann, Vittorio Zito.